Carrello

Il carrello è vuoto.

Spedizione Gratuita

importo minimo € 79,99
(con   ioinvio SDA )

Categorie Shopping

UnfilodiNovità

HiyaHiya - Punte I/C Bamboo 5" Large (***)
HiyaHiya - Punte I/C Bamboo 5
€7,69

Wollmeise

wollmeise flagship store

Knit Magazines

WishList

Devi registrarti per usare questa funzione !

CugeRank

  © cuge.org
unfilodi su ravelry

UnfilodiOfferte

Filato Katia : Olé Socks India (!!!)

€4,50 (incluso 20 % I.V.A.)
€3,15 (incluso 20 % I.V.A.)
Risparmia: 30.00%


Valutazione media cliente0 stars Voti totali: 0

Ultime Recensioni

Carmy
(mer 04 gen 2017)
Valutazione: 5
ChiaoGoo - Cavi Spin Nylon Small (!!!)

Ottimissimi. Sono adatti sia per i ferri in bamboo sia per quelli in acciaio inox: questi ultimi in...

m.legrenzi@alice.it
(mer 30 mar 2016)
Valutazione: 5
Filato Malabrigo: Baby Silkpaca (***)

Filato meravilgioso, morbido e caldo al punto giusto, senza appesantire. l'ho usata per un cardigan...

Principesse
(ven 22 gen 2016)
Valutazione: 5
Filato Malabrigo: Arroyo (***)

Sto realizzando un giacchino con il colore Candombe e i ferri 4,5. Splendidi sia il filato che il...

Si è infeltrito... ora cosa faccio? PDF Stampa E-mail
Scritto da Silvia   
lunedì 26 marzo 2007
Si è infeltrito... ora cosa faccio?Ciao a tutte voi, mi chiamo Silvia e da circa un mese ho scoperto questo sito, mi è piaciuto moltissimo e sono diventata un'affezionata lettrice.

Ho imparato a lavorare a maglia da piccola, mi ha insegnato mia nonna, ma ho sempre fatto cosucce, spesso poi, terminate da lei.

Quest'anno invece ho riscoperto il piacere della lana, la soddisfazioone di indossare un capo solo mio e per giunta realizzato da me, senza contare poi il relax ed il pensiero che se nonna potesse vedermi sarebbe felicissima.

Purtroppo io abito molto lontano del vostro meraviglioso negozio, infatti sto in provincia di Grosseto, a Ribolla, un paesino molto piccolo.

Qui chi lavora a maglia è "vecchio", le mie colleghe di lavoro hanno il tipico atteggiamento: "me lo fai anche a me?". Se io mi offro di insegnargli (le pochissime cose che so) dicono che non gli piace e che, "orribile", loro per queste cose non hanno tempo.

Però sono fortunata perchè ho contagiato la moglie di un collega che ha da poco terminato la sua prima sciarpa e si appresta ad iniziare un poncho, sul modello di quello che ho fatto io.

Infatti, girovagando per Grosseto, una vetrina coloratissima mi ha attratto, sono entrata ed ho acquistato poca lana, molto colorata, grossa, per realizzare un collo.

La settimana seguente ho disfatto il collo ed ho comprato altra lana, perchè, vista la resa, meritava un'intera sciarpa... non vi voglio tediare, settimana dopo settimana ci ho fatto il poncho!!!

Spero tanto che anche da noi la maglia torni ad essere considerata un piacere da condividere, invece che un passatempo da nascondere agli altri per paura di essere considerati vecchi... comunque almeno io non ho mai avuto problemi in tal senso, lavoro ovunque, anche nella sala d'aspetto del dottore e nella pausa a lavoro.

Vista la vostra grande esperienza, mi chiedevo se potevate consigliarmi un rimedio per un "piccolo" infeltrimento.

Ho infatti lavato un capo di pura lana, è un filato grosso ed irregolare, lavato a freddo, ma nonostante tutto si è infeltrito.

Tra le altre cose è un capo bellissimo, realizzato a mano, e vorrei davvero farlo tornare in "buona salute".

Datemi dei consigli anche sui lavaggi, perchè con l'abitudine ai maglioncini di fibre miste, che si mettono in lavatrice, ora ho il terrore di lavare anche il mio poncho... e del resto non è che esistano alternative!

Vi ringrazio per la vostra cortesia e pazienza (... sono un tantino prolissa), e soprattutto per gli articoli che leggo sul sito, alla sera è veramente una mezz'ora di pace!

Un saluto affettuoso.
Silvia


Aggiungi ai preferiti (556) | Riporta quest'articolo sul tuo sito! | Visualizzazioni: 99702 | Stampa

Commenti (10)
Commenti RSS
1. 26-03-2007 20:07
"Svecchiamo" il lavoro a maglia!
Cara Silvia, ti ho chiesto la cortesia di pubblicare qui la tua mail, che mi avevi spedito, perchè ciò che dici e la realtà che descrivi è di interesse comune. 
Non so se hai letto di come il lavoro a maglia venga considerato "invasivo" , addirittura "disturbante" la pubblica quiete, tanto che Graziella, e non solo lei, è stata pregata di non lavorare più nel bar dove aspettava la figlia dal pattinaggio. 
Non capisco e non capiamo tale pregiudizio. Da qui è partito il "nostro" Knit Pride, che toccherà vari locali della zona, per stilare una lista di off limits. 
Intanto stanno nascendo molti knit café, luoghi dove la gente, uomini e donne si trovano a sferruzzare. 
Anche tu, se lo vuoi, se conosci qualche locale "tollerante", puoi creare una cerchia di persone che si ritrovano con te, a lavorare a maglia. Di tua iniziativa, esponendo una locandina dove inviti le/i knitters a riunirsi. Oppure quella del sito del Naba, che puoi scaricare direttamente. 
Io, nel 2003, ho iniziato, nonostante l'iniziale ironia, specie da parte degli uomini, sul fatto che fare la calza è "roba da vecchie, zitelle o sf....ate", a proporre lavori e corsi comuni, ben visibili dall'esterno del mio spazio, e ho avuto la sorpresa di vedere affluire le "curiose" e tutte quelle donne che si chiudevano in casa a lavorare. Ben contente poi di fare da "testimonial" in primo piano, dietro le vetrate, sferruzzando e parlando del più e del meno. 
Quello che ti voglio dire è che la convinzione deve venire innanzitutto da te stessa, la passione che vedo tutti i giorni nelle persone che conosco e ho conosciuto tramite un filo di lana deve scaturire anche da te, devi trascinare quelle amiche che si vergognano, (o perchè si fa fatica a lavorare?) e criticano. 
Hai tutto il nostro appoggio morale, la maglia è "giovane", è "trendy" (brutta parola, a me non piace perchè indica qualcosa che ora è in voga, ma che tra poco, come le mode, diventerà obsoleta), ma se serve per convincere le tue amiche ben vengano le attrici e gli attori coi ferri in mano tra una ripresa e l'altra. 
Coraggio, Silvia, cerca di ridare "orgoglio" al lavoro a maglia, fai vedere alle tue amiche il mio sito, (non siamo poi così decrepite!), e mostra loro tutto il lavoro delle bloggers knitters, che scrivono ogni giorno di maglia, prima tra tante, Typesetter, e che ne parlano con entusiasmo "giovanile". 
Per quanto riguarda il maglione infeltrito, c'è poco da fare, purtroppo... 
Puoi mettere tutto l'ammorbidente che vuoi, puoi tirarlo, stirarlo, ecc, ma la lana una volta "cotta" considerala persa. 
Vediamo, comunque se qualche lettrice  esperta a cui è successa la stessa cosa (a tutte, praticamente!) ti può dare qualche buon consiglio. 
Fatti risentire, con qualche buona notizia.
Registrato
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
2. 27-03-2007 12:43
Feltro
Mah, si può tentare con un disinfeltrente. Ne ho una bottiglia a casa per una sciarpina pizzosa uncinettosa che mi si è infeltrita al primo lavaggio (Aaaah!) e per la quale è più o meno l'unica possibilità, ma ancor anon ho avuto il coraggio di tentare. In alternativa, ma non puoi fare le due cose insieme e in sequenza, buttalo in lavatrice con acqua a 90 gradi e fallo infentrire del tutto, poi usalo per fartici una borsa di feltro. Puoi taglaire via le maniche (magari prima dell'infeltrimento definitivo) e cucirle per fare la maniglia, chiudere i bugchi e se ha il collo alto usarlo per fare delle tasche. Magari ci tessi dentro dei fili colorati (di lana 100% che infeltrisca e quindi senza trattamento superwash) per rendere la borsa più vivace.
Registrato
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
3. 27-03-2007 12:50
si è infeltrito.... ora cosa faccio?
Ciao Silvia, 
anch'io ho scoperto da poco questo sito. Cercavo "qualcosa" per poter acquistare filati via internet ... ed eccomi qui! 
Ho trovato professionalità, cortesia e simpatia ed ho trovato, ovviamente, anche il filato che desideravo. Per quanto riguarda il "guaio" che ti è capitato posso solo girarti il consiglio che mi è stato dato anni fa: immergere il capo infeltrito in acqua tiepida e latte tirandolo delicatamente con le mani in modo da allargarlo un poco. Strizzarlo e stenderlo, dandogli la forma, su un piano 
Un saluto grande 
Claudia
Registrato
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
4. 31-03-2007 09:43
Altro consiglio
Girando per siti, mi è capitato di vederne uno bellissimo, ci sono stata dentro due ore, sulle borse di lana appositamente infeltrita -oggi in Sferruzza-menti, pubblicherò il procedimento per infeltrire la lana...-. Ti consiglio di andarlo a vedere. E' linkato in UnfilodiLinks. Puoi seguire il consiglio di Typesetter, prendere il coraggio e tagliare il maglione infeltrito e confezionarti una borsa, oppure cercare di disfarlo ed utilizzare la lana cotta, per realizzare un modello tra i tanti proposti. 
Ti invito ad andarlo a vedere... Booga Bag Gallery.
Registrato
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
5. 31-03-2007 22:08
Grazie per i consigli!!!
Proverò certamente con il latte, se poi non ottengo risultati apprezzabili passerò all'infeltrimento totale. Considerando però che "era" un poncho , più che una borsa ci verrà una maxi sporta.Laughing
Registrato
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
6. 15-04-2007 22:58
Ciao Silvia...
Ciao Silvia. esiste un prodotto, liquido da 500g chiamato "SFELTRO" della NUNCAS costa 3,60euro; lasci il capo amollo x il tempo necessario, seguendo le indicazioni...a me..e stato utile con un maglioncino di mio figlio. Cari saluti da Roma
Ospite
Ospite
7. 08-01-2008 09:28
Ciao Silvia...
Salve a tutte!..ma scusate..alla fine avete effettivamente verificato se uno di questi metodi sfeltrenti funziona??mia mamma mi ha infeltrito un abitino di lana a cui tenevo molto..vorrei provare a recuperarlo.vorrei sapere se ci sono risultati documentati ai rimedi che ho letto..grazie mille!!ciaooo
Ospite
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
8. 28-02-2009 19:22
Meglio nel Forum
il quesito è scottante, il problema comune: questo è forse il post che ha ricevuto più commenti. 
Laura, ti suggerisco di ri-postare nel Forum, sezione (apposita) InfeltriMenti 
che ti permetterà un'interazione immediata con le altre utenti.
Registrato
admin
9. 28-04-2010 12:13
disegno su maglia a punto maglia
Ciao a tutte 
lavoro da sempre a maglia e sono anche piuttosto brava.  
Ora che ho 2 nipotine lavoro ancora di più. 
Nei maglioni semplici a ppunto rasato cerco di abbellirli con dei disegni fatti dopo a punto maglia: 
Può qualcuno indicarmi un libro dove troverne di belli. 
Saluti a tutte e buon lavoro 
mi soono appena iscrita
Registrato
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
10. 26-10-2010 23:08
Ciao Silvia...
io da sempre uso sfeltro di Nuncas che consigliava anche una ragazza di Roma sopra. Costa un po (io lo pago più di 3,60!) e non è facile da trovare al supermarket. Su internet danno anche i consigli per come usarlo in base alla situazione, in questo indirizzo che trovi su google: http://www.nuncas.it/prodotti/IT_sfeltro.aspx fammi sapere!
Registrato
swansofnever
Solo gli Utenti Registrati possono scrivere commenti.
Effettua il Login o Registrati.

Powered by AkoComment Tweaked Special Edition v.1.4.6
AkoComment © Copyright by Arthur Konze
All rights reserved